Perché le caicale stanno 17 anni sotto terra

Perché le caicale stanno 17 anni sotto terra

Dopo 17 anni trascorsi come ninfe che crescono sottoterra e si nutrono delle radici degli alberi, le cicale sono tornate, per la gioia dei procioni, delle tartarughe e degli uccelli che si abbeverano di loro e degli entomologi che hanno aspettato pazientemente il loro ritorno.

La durata della vita delle cicale periodiche è tra le più lunghe di qualsiasi insetto, ma trascorrono solo una parte della loro giornata al sole. Dopo essere cresciuta sottoterra per 13-17 anni, la cicala maschio inizierà a chiamare la cicala femmina con il suo suono.

Le cicale non sono velenose e non danneggiano gli esseri umani, ma depongono enormi quantità di uova su piccoli ramoscelli, il che danneggia poco gli alberi maturi ma può arrestare la crescita di giovani alberi e viti, o addirittura ucciderli.

Individualmente, le cicale sono indifese.
Quando perdono i loro esoscheletri, le loro ali sono bagnate e devono aspettare che si asciughino prima di poter volare via, rendendoli vulnerabili ai predatori che li afferrano e li divorano.
Gli insetti cadono facilmente anche negli stagni, dove le rane e le tartarughe possono catturarli.

I miliardi rimasti in vita possono quindi accoppiarsi in pace e deporre le uova.
Gli adulti muoiono rapidamente dopo che il loro lavoro è finito.
Una volta che le loro uova si schiudono, le ninfe cadono a terra, dove si annideranno nella terra per i prossimi 17 anni.

Gli entomologi ritengono che le cicale periodiche si siano evolute per emergere ogni 13-17 anni per evitare di sincronizzarsi con il boom demografico dei loro predatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *